8 comandamenti per una vita eco-sostenibile

“Non si tratta di perfezione ma di fare scelte migliori”

Questo il motto di Kathryn Kellogg, fondatrice del sito GoingZeroWaste. Perché scegliere di iniziare ad avere una vita più attenta ed ecosostenibile è un percorso che non vuole porre l’obiettivo di diventare “perfetti” ma, piuttosto, di fare vivere in armonio e rispetto con l’intero pianeta, senza danneggiare niente e nessuno.

Personalmente credo sia anche un modo di stare bene a livello personale: sia fisico (evitando i prodotti nocivi che ci circondano), sia a livello emotivo (facendoci sentire bene e orgogliosi di noi stessi). D’altronde si sa, fare del bene ha è un energia circolare torna indietro (ma lo stesso vale anche con quella negativa quindi, attenzione) .

Detto questo iniziamo subito dicendo che i cambiamenti di routine non sono mai facili ecco perché ho stillato per te 8 punti base che ti possono guidare nella tua vita di tutti i giorni. Mi piace chiamarli gli 8 COMANDAMENTI DI UNA VITA ECOSOSTENIBILE perché rappresentano la mentalità del movimento ZeroWaste.

Prima però vorrei soffermarmi su un ingrediente indispensabile per affrontare al meglio un cambianeto di stile di vita: ovvero la motivazione. Non solo, nella formula verso il successo è inclusa anche un’altra cosa.

Sì, sto parlando proprio di quella… La costanza!

Più si ripete una cosa e più diventa naturale.

Ecco quindi che inizierai subito questo percorso con un passo fondamentale da fare: analizzare la propria spazzatura.

Basta un rapito sguardo.

Fate attenzione alla dimensione dei vostri sacchetti di spazzatura e quanto tempo ci avete messo per riempirli. Immaginate poi che ogni casa produca lo stesso. Immaginate quante case e famiglie esistono nel vostro quartiere. Città. Regione. Paese. Non solo, quanti uffici, ospedali, aziende, palestre… producano gli stessi rifiuti.

Pensa… Ma tutti questi milioni di sacchetti dove finiscono?

Se credi che evaporino in una nuvola e spariscano dal pianeta mi dispiace deluderti… rimangono qua, nel pianeta terra. Se credi che venga tutto riciclato sappi che anche in questo caso ti sbagli.

Perchè?

Troverai la risposta nel mio articolo “Tanto lo riciclo!” Ne sei proprio sicuro”.

Cogli anche l’occasione per ridare una ripulita alla casa chiedendoti sempre:

E’ qualcosa di cui ho bisogno?
Ha un’alternativa sostenibile?
Mi facilita la vita?

Queste domande sono un buon punto di partenza per capire meglio gli 8 comandamenti per una vita ecosostenibile, che altro non sono che 8 punti guida per aiutarti nella tua vita di ogni giorno.


1. Usa ciò che hai

Utilizza quello che già hai in casa e, quando è giunto il momento, sostituiscili con alternative più ecosostenibili. Buttare via tutto e subito sarebbe non solo uno spreco inutile ma ti costringerebbe a comprare soluzioni più green tutte d’un colpo. E non è una soluzione troppo economica né saggia.

2. Adotta prodotti più durevoli

E’ meglio utilizzare prodotti più durevoli e resistenti fatti di materiali naturali: legno, cotone, vetro o acciaio. Come primo impatto potrebbe sembrare una spesa fuori budget ma il risparmio sta nel lungo termine. Meglio investire in prodotti di buona qualità che durino per sempre piuttosto che in prodotti più economici ma più scarsi con il conto alla rovescia scritto sopra.

3. Declattering: l’arte del buttare

Liberati di tutto ciò che non utilizzi più. Sono più di sei mesi che non usi quell’oggetto e più di un’anno che non indossi quel capo? Abbandona ogni speranza. E’ scientificamente provato che non lo riprenderai in mano mai più. E’ quindi tempo di donareregalare o rivendere.

So che non è sempre facile. La maggior parte delle volte ci affezioniamo alle cose e creiamo un legale emotivo molto più forte di quello razionale. Ma ti assicuro che i primi passi sono i più difficili, una volta liberati i primi spazi si libererà anche la mente. Arriverai a buttare via interi scatoloni senza neanche guardarci dentro e, te lo assicuro, non te ne pentirai.

4. Realtà locali

Informati sui negozi vicino a te. Ti sorprenderai nel scoprire che ci sono tantissime soluzioni sostenibili intorno a te che in tutti questi anni ti sono sempre stati sotto il naso. Mercati, negozietti ma anche solo brand in grandi supermercati. Basta aprire gli occhi.

5. La bellezza dei “NO”

Impara a dire di no a tutto ciò di cui non hai bisogno. Tipo la plastica usa e getta o a quell’indumento che utilizzerai forse 2 volte. Ricordati che la felicità non si trova con le cose che ci circondano ma con le Persone intorno a noi. Inoltre, farai un enorme favore al tuo portafogli. Concentrati sul poco ma buono e la tua vita farà un salto di qualità!

6. Aggiusta

Non buttare, aggiusta! Se possibile sforzati a dare una seconda opportunità ai tuoi oggetti, strumenti o indumenti. L’arte dell’aggiustare è una chicca di vita che torna sempre utile e che ti farà apprezzare di più ciò che hai. E vedila così, ogni seconda possibilità è anche una seconda possibilità per il nostro pianeta.

7. Seconda mano, seconda opportunità

Seconda mano, il nuovo big trend. Ad alcuni piace chiamarlo “vintage”. Poco cambia, sempre super fico è. Ogni oggetto o vestiti ha una storia a sé, vale la pena riprenderla e aggiungerci del tuo. Scopri i mercatini o i negozi locali e se ti piacciono le spese online ci sono tantissimi portali che fanno al caso tuo. Non solo, la seconda mano non aiuta solo l’ambiente ma anche il tuo salvadanaio. Dagli un’opportunità e scoprirai un mondo pieno di sorprese. Parola di lupetto.

8. Sii orgoglioso!

Non essere troppo severo con te stesso. Non è facile cambiare stile di vita. La vita ZeroWaste non è facile da raggiungere.

L’importante è iniziare cercando di ridurre il più possibile il proprio impatto ambientale e trovando un equilibrio che ti faccia stare bene con te stesso.

Finché dai il tuo meglio va sempre bene, sii orgoglioso dei tuoi progressi!


Ti è piaciuto il mio aticolo? Pensi che possa essere utile? Fammi sapere la tua opinione nei commenti!