Viaggiare in maniera sostenibile.

Viaggiare riducendo sprechi e rifiuti E’ possibile. Senza rinunciare al divertimento e l’avventura.

Basta poco per rendere i viaggi un’esperienza di sostenibilità (anziché di spreco)

Chi viaggia molto lo sa bene: gli sprechi sono dietro l’angolo. Tra le bottigliette d’acqua, i gudget, gli snack, le salviette e così via… Sono tantissime le cause che rendono i viaggi e gli spostamenti una fonte di spreco e produzione di rifiuti.

Più lungo è il viaggio e più alto sarà il numero di rifiuti da noi prodotti.

Ma una soluzione c’è sempre! 

E’ richiesta solo un po’ di praticità e soprattutto organizzazione. Il segreto?

Definire con anticipo ogni dettaglio di viaggio. Non solo ti permetterà di vivere il viaggio in maniera più rilassata ed evitare problemi dell’ultimo minuti ma anche, e soprattutto, ad evitare sprechi e risparmiare pure qualche soldo.

Bando alle ciance, vediamo subito come poter spostarsi e viaggiare in maniera organizzata e sostenibile. Sarà più divertente e gustoso di quanto tu possa credere 😉

  • Porta con te la tua bottiglia riutilizzabile
  • Preparati degli Snack
  • Stay Digital: scaricati i biglietti sul telefono
  • Gadget, no grazie
  • Limita l'utilizzo degli asciugamani
  • Meglio il treno dell'aereo (se possibile)

Consigli pratici per viaggiare Green

  • 1. Viaggia con la tua borraccia

Iniziamo da un compagno di viaggio (e di vita) di cui noi tutti dovremmo aver già con noi da un pezzo: la borraccia riutilizzabile! Vanno bene tutte, alluminio o plastica, monocolore o decorata, piccola o grande che sia, va bene tutto. Leale compagna di viaggia ti permetterà di sorseggiare sempre qualcosa di fresco (in estate) e qualcosa di caldo (in inverno).

IMPORTANTE: se viaggiate in aereo ricordatevi sempre di riempire la vostra borraccia prima di partire. Sarà un ottima maniera per sforzarvi a berla tutta prima dei controlli, ottimo per evitare la disidratazione dovuta alla pressione durante il volo 😉

Don’t worry: la borraccia ve la fanno sempre passare, a patto che sia vuota. Quindi non rinunciare solo per paura che ti venga confiscata. Parola di lupetto 😉 

Inoltre, tantissimi aeroporti offrono fontanelle per riempire nuovamente la borraccia prima dell’imbarco e, mal che vada, l’acqua del bagno è solitamente potabile (dipende poi dove state viaggiando). Se siete dubbiosi è sempre meglio chiedere per accertarsi. 

Durante il volo anziché accettare le bibite su bicchieri di plastica chiedi se ti possono riempire la borraccia. Per i più timidi, so che potrebbe farvi sentire a disagio ma personalmente ho sempre avuto ottime esperienze. Durante i voli le hostess alla mia richiesta mi hanno sempre risposto con un enorme sorriso (inoltre ho potuto avere più acqua di quella contenuta in un semplice bicchiere ;)).

  • 2. Preparati degli Snack

Finisce sempre così: prima di partire non abbiamo fame e deduciamo che non ne avremo per tutto il viaggio. Ci portiamo così una mela e forse una merendina scarsa e poi… FAMEEE!

Organizzarsi per tempo, prevedendo di avere una fame da lupi, è una mossa molto furba: ti permetterà di non pagare il sovrapprezzo delle zone di sosta (tipo gli autogrill), di mangiare in maniera più salutare e, forse, anche di produrre meno rifiuti. Facciamo quindi scorta di frutta varia, panini (magari incartati dentro a buste di carta e non a cellofan o plastica) e ancora meglio per snack in contenitori di vetro (io adoro farmi dell’hummus da mangiare con le carote).

Si tratta solo di organizzazione e un po’ di praticità.

  • 3. Scaricati i biglietti sul telefono o tablet

Risparmia la carta e scaricati i biglietti, ricevute, conferme etc. sui tuoi dispositivi mobile. Ormai tutti i mezzi di trasporto li accettano: biglietti aerei, treni, autobus. Lo stesso vale per le conferme e ricevute degli hotel o campeggi. 

  • 4. Gudget, no grazie

I gudget sono incredibili, la maggior parte delle volte così inutili ma allo stesso tempo irresistibili. Così finiamo sempre con accettare magliette, cappellini, portachiavi che finiscono dimenticati in zone oscure dell’armadio o direttamente nel cestino.

Meglio evitare il problema dall’origine. Non c’è niente di maleducato nel dire “no grazie” con un bel sorriso stampato in faccia.

Ad esclusione dei gadget che riteniamo davvero utili 🙂

  • 5. Riutilizza gli asciugamani

Durante i soggiorno in hotel ci vengono dati un set di asciugamani al nostro arrivo. Di solito c’è la possibilità che ti vengano cambiati, basta lasciare per terra quelli che si vogliono cambiare durante le pulizie. Ecco, siamo sinceri, c’è davvero bisogno di far cambiare gli asciugamani tutti i giorni?

Piuttosto, trattiamoli bene e facciamoli durare qualche giorno (anche una settimana, se si vuole). Lo stesso vale per quelli dati nelle piscine dell’hotel. Riutilizzando gli stessi asciugamani (puliti) si possono risparmiare tantissimi litri d’acqua!

  • 6. Scegli i mezzi di trasporto con cura

Questo suggerimento è valido per i viaggi che permettano spazio non troppo lontani, valido soprattutto per spostarsi all’interno delle penisola o zone limitrofe. So bene che Ryanair offre voli a prezzi stracciati ma state bene attenti perché i viaggi in aereo sono quelli che inquinano di più. E per ridotte distante non ne vale sempre la pena!

Ad esempio, da Milano a Napoli conviene di più il treno. Basta comprare i biglietti in anticipo e i tempi sono pure più ridotti. Basti pensare che scegliendo di volare il viaggio di divide in più fasi: andare in aeroporto, aspettare le 2 ore richieste prima del volo, il volo e il tempo dall’aeroporto al centro città ed il tutto con un solo bagaglio a mano. Mentre con il treno basta andare in stazione e godersi comodamente il viaggio in posti ben più comodi.

Il treno è anche un ottimo sostituto della macchina, quando possibile, permettendovi di ridurre moltissimo le emissioni di CO2 e anche le code di traffico.

Iscriviti alla newsletter

Ricevi le ultime News e i miei articoli per una vita più Green!

Chiudi il menu